Nuona aggressione allo Steiner di Torino

La madre dei cretini è sempre incinta. Non ci sono parole migliori per giudicare l’ignoranza abissale di questi giovani ragazzi che non trovano niente di più divertente se non mettere a rischio l’incolumità dei loro compagni di classe.
Dopo il fatto di cronaca che aveva, passateci il termine duro, schifato tutta la città, ora il liceo Steiner di Torino torna a far parlare di sé: e non certo per merito.

E’ stato aggredito ieri un ragazzino di 13 anni che si è visto marchiare a fuoco con un pezzo di ferro da due compagni di classe, probabilmente troppo annoiati, o troppo stupidi, per poter pensare ad un “divertimento” alternativo.
Il ragazzino è stato medicato al San Giovanni Bosco che gli ha diagnosticato un’ustione di secondo grado sul braccio destinandolo presto a un’operazione chirurgica.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Tutti a scuola bimbi!

“Bimbi tutti a scuola!”
Iniziano oggi le lezioni per moltissimi studenti di ogni sezione piemontese. In arrivo molte novità, tutte introdotte dal ministro Gelmini.

Da quest’anno nelle classi prime della scuola primaria si passerà al modello educativo del maestro unico prevalente, opzione che abolirà le compresenze. Confermato il tempo pieno con le 40 ore settimanali.

Ritorno dei voti numerici anche nella scuola media (scuola secondaria di primo grado), tranne che per l’insegnamento della religione cattolica che è valutata ancora attraverso un giudizio sintetico. Da quest’anno per essere ammessi all’anno successivo è stato necessario avere almeno 6 in ogni materia, lo stesso vale anche per l’ammissione all’esame di Stato di terza media e la prova di Maturità.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Di giorno studente, la sera spacciatore

E pensare che ha concluso l’anno scolastico con una pagella davvero esemplare lo studente arrestato per spaccio di droga. A quanto pare anche con il commercio (illegale) ci sapeva davvero fare.
Uno studente torinese di 19 anni di giorno era uno studente modello in un liceo scientifico mentre, di notte, diventava il rifornitore ufficiale di molti coetanei torinesi che acquistavano da lui hashish e marijuana.

I carabinieri della compagnia di Moncalieri lo hanno preso con le mani nel sacco (o nei sacchetti), mentre vendeva davanti alle scuole elementari. Il giovane è stato trovato in possesso, sia con sé che nella sua abitazione, di ben 150 grammi di hashish, un coltellino e alcuni semi di marijuana.

  • Share/Bookmark

Selezioni: Torino cerca i suoi “Fuori Classe”


Aperti i casting a Torino per la nuova fiction Rai “Fuori classe”, serie televisiva prodotta da Itc Movie che vedrà tra le protagoniste anche la torinesissima e fenomenale Luciana Littizzetto, professoressa della scuola in cui verrà ambientata la serie.

Si stanno ancora cercando i protagonisti del futuro successo Rai e i casting sono aperti e pronti a scoprire tutti i giovani torinesi e non.
Per partecipare alle selezioni basterà mandare all’indirizzo morganacasting@gmail.com il vostro curriculum vitae con foto indicando la età, recapito telefonico, esperienze, se possedete un motorino.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Aule chiuse e polemiche in arrivo

neve4.jpg

Chiusi i battenti oggi di scuole elementari e medie e degli istituti superiori di Torino e provincia. L’università di Torino invece brancola ancora nel buio: sembra quasi che lo svolgimento delle lezioni sia direttamente proporzionale allo zelo di studenti e professori. Neanche il sito internet dell’Università da più segni di vita.

Per le strade regna lo sfacelo. Strade percorribili, seppure con qualche difficoltà, mentre i marciapiedi sembrano piste di pattinaggio aperte al pubblico grazie al sale che scarseggia sempre di più nelle furgonette Amiat. Chi può si arrangia da sè pulendo il marciapiede davanti casa a suon di palate (e imprecazioni).

Per fortuna lo stato d’allerta sembra ormai passato anche se le polemiche non sembrano destinate a finire. Molti si chiedono cosa ne sarà della città quando un’altra nevicata colpirà la città, mentre altri contestano le misure prese dal Comune per fronteggiare l’emergenza neve come quella di aver atteso 24 ore nel dichiarare la chiusura delle scuole nonostante il fatto che in molte mense torinesi non sia arrivato il cibo per il pranzo dei bambini.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Crollato l’intonaco di una scuola di Biella

banco.jpg

L’ intonaco del soffitto dell’istituto Quintino Sella di Biella è crollato oggi a metà mattinata, verso le dieci. Pochi gli studenti feriti, tutti appartenenti alla classe 2 C, un’aula del secondo piano.
L’istituto è il più frequentato il Biella e conta più di duemila studenti.
I ragazzi feriti sono stati subito trasportati all’ospedale di Biella, medicati e dimessi grazie alle ottime condizioni di salute.

  • Share/Bookmark