Sogni il teatro? Non perdere quest’occasione

La Scuola del Teatro Stabile di Torino offre a tutti gli attori e cantanti che vogliono iniziare a compiere i primi passi nel mondo del teatro un Corso di recitazione per cantanti diretto da Davide Livermore.

Il corso è stato creato dal Teatro Stabile in collaborazione con il Teatro Regio di Torino. La finalità del Corso, rivolto ad un massimo di 12 allievi, sarà l’alto perfezionamento delle Arti Sceniche di
attori-cantanti e cantanti-attori, parallelamente ad un importante approfondimento tecnico-vocale e storicoteorico.
Il Corso si svolgerà tra novembre 2009 e giugno 2010, in forma laboratoriale (ogni mese si terrà un laboratorio di
una settimana) per un totale di 600 ore, che si concluderanno con l’allestimento di un’opera settecentesca.
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

L’Università unita per il Gay Pride

L’Università si tinge dei colori dell’arcobaleno per combattere la discriminazione delle persone omosessuali e transessuali.
Sabato 16 maggio 2009 le vie di Torino faranno da sfondo al Gay Pride regionale, che il riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali.
In attesa del corteo di sabato, venerdì 15 la sede universitaria di via Sant’Ottavio accoglierà una serie di iniziative per sensibilizzare studenti, professori e la stessa istituzione universitaria sui temi dell’omofobia e della transfobia sulle note dell’arte, del dibattito, della cultura, del cinema e dell’intrattenimento.

Ecco gli appuntamenti:
Alle ore 10.00 il laboratorio multimediale G. Quazza (seminterrato di Palazzo nuovo) ospiterà il seminario “Dal pregiudizio alle soggettività trans, lesbica e gay: stereotipi, rappresentazioni culturali e auto rappresentazioni”.
A coordinare l’evento sarà la professoressa Liliana Ellena, docente di storia delle donne e di genere presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Raccolta firme contro la nuova moschea

Vi avevamo già parlato della nuova moschea che presto sorgerà nei pressi di corso Giulio Cesare, ebbene, questa notizia ha suscitato l’ira di moltissimi cittadini, tanto che una raccolta delle firme è già scattata e si mormora che il tema della nuova moschea verrà anche proposto alla Biennale della Democrazia.

Contro il progetto islamista sono già stati stampati e distribuiti molti volantini che con lo slogan “No alla Moschea in zona Aurora” tentano di convincere molti cittadini dei pericolosi risvolti che potrebbero esserci dietro alla costruzione del luogo di culto.

Nell’ondata scettica contro la moschea si trovano anche i rappresentanti del Pdl che propongono una via alternativa: la predicazione in italiano durante le ore di preghiera, e una costante e continua collaborazione e mediazione dei leaders musulmani con quelli italiani. Una sorta di comune accordo che permetterebbe quindi un controllo senza troppi timori da entrambe le parti.

  • Share/Bookmark