“Cari genitori, fate muovere il pupo”


Presto tutti i genitori di figli con un’età compresa tra i 4 e i 12 anni potrebbero ricevere a casa un piccolo memo, sottoforma di lettera comunale, da poter appendere al frigo.
Il Comune di Torino ha in mente una campagna di “sensibilizzazione” allo sport via posta, un modo per ricordare ai genitori e ai loro piccoli (e chissà, magari anche futuri campioni olimpici) che l’età per iniziare a fare sport agonistico, e fare sul serio in futuro, è quella di 4 anni.

Il programma di informazione è ancora in fase di lavorazione e l’idea, nata dall’assessore dello sport Giuseppe Sbriglio in collaborazione con le Società Sportive, che spera nella creazione di un “pass” che possa far partecipare i bambini al loro sport preferito. Il materiale in arrivo non si fermerà solo all’attività sportiva, ma anche alla formazione dei genitori dal punto di vista nutrizionale.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Minacciato il re del telefonino

mobile.jpg

E’ caccia alle streghe per Wladimiro Tallini, conosciuto come Wladi, il ragazzo che sponsorizza suonerie per cellulari che hanno come protagonisti animali d’ogni sorta.
La sua carriera nell’ambito dell’intrattenimento da telefonia nasce nel 2006 dopo una suoneria dedicata ai Mondiali e da lì la sua carriera è stata tutta in ascesa fino a quando alcuni ragazzi torinesi hanno deciso di mettere a ferro e fuoco i locali di città e provincia per scovarlo e minacciarlo a morte.

Oggi il ragazzo ha paura fino al punto di sentirsi obbligato a presentare denuncia per le numerosissime lettere anonime e minacce ricevute. Se già questo aveva dell’assurdo, aspettate a stupirvi: a Wladi è stato anche dedicato una pagina su Facebook in cui ragazzi e ragazze promettono di aggredirlo presto, mentre sul blog del personaggio televisivo seguono le parole di chi lo insulta senza ritegno e lo accusa di rubare soldi allo Stato senza alcun merito artistico professionale.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

“Sono pronto ad incatenarmi!”

1cabyszuicavx238mcabn63zfcauu1w2lcahbhva2ca4mz2dqcary2mtncadljz6vcai2iep6ca3b7hglca3rgag5cal4z8kcca8g2o0bca0wble2ca322a9zcadtmjctcag2o2zgca9bcakxcaxxo3om.jpg

«Sono pronto ad incatenarmi davanti alla sede della Motorola per far rimanere il centro a Torino».

Questa l’affermazione shock del sindaco Sergio Chiamparino pronunciate durante il programma rai Unomattina, parole che fanno comprendere a tutti i cittadini torinesi, quanto stia preoccupando la chiusura del centro Motorola. Il sindaco è dalla parte dei lavoratori e per salvare i tecnici dal licenziamento ha anche cercato contattato la sede americana, una richiesta di chiarimento che non ha ancora trovato una risposta.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark