Tragedia a Torino

E’ successo alle porte di Bussoleno.
Dario Rossero, di 19 anni, ha accoltellato e ucciso lo zio Guido Colleri, di 65 anni.

Il giovane era da tempo seguito da uno psichiatra che lo stava aiutando a superare quel brutto periodo. Il giovane ha colpito lo zio, senza pensare e, come se niente fosse si è presentato al reparto di Pronto Soccorso con un amico. «Mi sono ferito con il decespugliatore», ha raccontato all’ospedale di Pinerolo mostrando la mano sanguinante.
I carabinieri lo hanno portato via subito dopo la medicazione.

La zia, moglie della vittima, ha raccontato agli inquirenti il grande affetto che legava la famiglia al ragazzo rimasto senza madre. Tra Dario e lo zio non c’erano mai stati screzi o litigi.
Dario ha colpito lo zio verso l’ora di pranzo, stava chiaccherando con la zia ed è entrato dentro dopo poco. Poi le urla e il petto del marito segnato dai colpi della lama.

  • Share/Bookmark

Liceo Darwin, pronti per la rinascita

Ha riaperto ieri il Liceo Darwin e durante quella giornata, genitori, professori e compagni hanno ricordato Vito Scafidi, il ragazzo che ha perso la vita durante il balordo crollo del controsoffitto. La scuola era stata chiusa per cinque mesi, mesi di lavoro che hanno reso di nuovo agibile l’istituto ma che non hanno e non dovranno cancellare dalla memoria di tutti il ricordo di una vita spezzata.

Fuori dalla scuola è stato piantato un albero, l’albero della memoria accanto al quale ognuno ha posto il proprio pensiero per Vito su carta di riso, una carta che si scioglierà lasciando penetrare nella terra l’affetto dei compagni di classe.
Nell’estate verranno sottoposti all’attenzione dei tecnici anche gli altri istituti a rischio del Torinese.
In ricordo del giovane ragazzo gli studenti esporranno un’opera al Museo di Rivoli e la scuola avrà presto il suo nome.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Un nuovo arresto per stalking a Torino

telefono

Una ragazza di 22 anni è stata arrestata stamattina per stalking nei confronti di uno studente di 15 anni.

La prima telefonata l’estate scorsa, quando la ragazza iniziò a chiamare il ragazzo decine di volte al giorno. Messaggini e telefonate, fino ad un picco di 120 chiamate giornaliere.
Per il ragazzo, un’ossessione che si concretizza anche per strada con numerosi inseguimenti da parte della giovane studentessa.

Ultimamamente le aggressioni verbali e fisiche subite dal ragazzo l’hanno spinto a denunciare la giovane 22enne che è stata bloccata ed arrestata.

  • Share/Bookmark

Minacciato il re del telefonino

mobile.jpg

E’ caccia alle streghe per Wladimiro Tallini, conosciuto come Wladi, il ragazzo che sponsorizza suonerie per cellulari che hanno come protagonisti animali d’ogni sorta.
La sua carriera nell’ambito dell’intrattenimento da telefonia nasce nel 2006 dopo una suoneria dedicata ai Mondiali e da lì la sua carriera è stata tutta in ascesa fino a quando alcuni ragazzi torinesi hanno deciso di mettere a ferro e fuoco i locali di città e provincia per scovarlo e minacciarlo a morte.

Oggi il ragazzo ha paura fino al punto di sentirsi obbligato a presentare denuncia per le numerosissime lettere anonime e minacce ricevute. Se già questo aveva dell’assurdo, aspettate a stupirvi: a Wladi è stato anche dedicato una pagina su Facebook in cui ragazzi e ragazze promettono di aggredirlo presto, mentre sul blog del personaggio televisivo seguono le parole di chi lo insulta senza ritegno e lo accusa di rubare soldi allo Stato senza alcun merito artistico professionale.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Ragazzo investito all’uscita della discoteca

discoteca2.jpg

E’ stato investito sabato notte un ragazzo di 15 anni all’uscita dalla discoteca Templares, la discoteca che un tempo era conosciuta come il Privilege.

Ad attendere il ragazzo c’era il padre che, a causa di alcune ambulanze, non riusciva a raggiungere il figlio all’entrata del locale. Quello che il padre non sapeva però, era che il figlio giaceva a terra dopo esser stato investito da una macchina. L’automobilista, un uomo di Torino, che stava superando un’altra automobile, non avrebbe visto i tre ragazzi e pur provando a deviare all’ultimo istante, ha investito il ragazzino.

Ora il ragazzo è al Cto ed è ancora in coma.

  • Share/Bookmark